Considerazioni sul fotovoltaico e autonomia energetica.


Nel quadro della auspicata autonomia energetica nazionale, lo sviluppo della tecnologia fotovoltaica è coerente con la strategia della diversificazione delle fonti energetiche e pertanto va attivamente incoraggiato.
Al momento, il principale ostacolo alla diffusione del fotovoltaico è costituito dal costo del chilowatt ora prodotto, che è ben più elevato di quello caratteristico con gli impianti elettrogeneratori tradizionali.

Tuttavia, non va dimenticato che le celle fotovoltaiche dei pannelli fotovoltaici sono un ritrovato relativamente recente; l'interesse per le applicazioni terrestri su vasta scala è posteriore al 1973 e pertanto è ragionevole ipotizzare una sostanziale riduzione dei costi.
In pratica, le celle di silicio sono le sole oggi in commercio; il loro costo, attualmente intorno ai l0$ per watt di picco, è diminuito notevolmente negli ultimi anni, ma ulteriori riduzioni di costo debbono ottenersi affinché tali dispositivi possano essere impiegati su vasta scala.

Una prima fase della ricerca prevede un più razionale utilizzo delle tecnologie già sviluppate ed una parziale automazione dei processi. Successivamente si punterà alla produzione su vasta scala, con l'introduzione di nuovi procedimenti produttivi e con la loro completa automazione.

Anche il rendimento di conversione e i costi degli impianti fotovoltaici a Torino stanno assumendo una importanza determinante. Sino a qualche anno addietro, si riteneva che il rendimento delle celle fosse un fattore subordinato al costo. La realtà si è rivelata diversa: una analisi più accurata dell'intero sistema ha messo in evidenza che, sebbene il costo delle celle sia predominante, i costi degli altri componenti del sistema (struttura, accumulo, inverter. terreno, etc.) non sono trascurabili. Il costo di queste ultime voci inciderà perciò meno nei sistemi di più elevata efficienza. Oggi si ritiene che questa debba mantenersi su valori del 1'8-10% anche per le celle di basso costo. Per questo motivo il fotovoltaico a concentrazione ha assunto un ruolo così importate a causa della sua razionalizzazione ed efficienza energetica.
Occorre perciò tener presente che esiste un limite inferiore dei costi dei sistemi fotovoltaici, che è quello relativo ai costi della preparazione del terreno, delle strutture fisse o mobili, del cablaggio, dei sistemi di protezione, che ben difficilmente potranno scendere al di sotto delle 20-40 euro/m2. Risparmi potranno essere ottenuti solo integrando, ove possibile, i sistemi fotovoltaici nelle strutture degli edifici di nuova costruzione.
 

 
Powered by Optimamente srl - Privacy