Come rimuovere i cattivi odori


Superare la porta del bagno e farsi colpire in faccia con un odore sgradevole deve essere la peggiore esperienza di sempre! Soprattutto quando si deve passare da una stanza all’altra o, peggio, l’odore ha raggiunto la propria camera! Se questo è un odore artificiale avrà sicuramente un’origine più o meno conosciuta e, a differenza degli odori naturali, persiste. Tuttavia, fortunatamente, ci sono una manciata di cose che si possono fare per rimuovere questi orribili aromi dalla propria casa senza che venga richiesto l’intervento di un idraulico professionista.


1. Ventilazione del bagno.

In quasi tutti i bagni dovrebbe essere presente una piccola ventola di scarico installata per facilitarne la ventilazione. Grazie ad essa è possibile rimuovere gli odori sgradevoli presenti, soprattutto se dovuti all’eccessiva umidità. Ad esempio, l'eccesso di umidità dalle docce calde può causare muffe maleodoranti che impregano con un odore sgradevole la propria stanza


2. Deodoranti.

I deodoranti per ambienti non rimuovono gli odori, però fanno un buon lavoro per mascherali. Se non si vuole però eccedere con le cose chimiche, un consiglio è mescolare due tazze d'acqua, un cucchiaio di aceto bianco, un cucchiaino di bicarbonato di sodio e da 10 a 20 gocce di qualsiasi aroma di olio essenziale e il gioco è fatto!


3. Disidratanti.

Per assorbire l'umidità nel proprio bagno, bisogna prendere in considerazione l'uso di disidratanti. Questi materiali secchi si presentano sotto forma di gel di silice , altrimenti si può ricorrere all’utilizzo di piante in linea con il design interno del proprio bagno. Piante come felci e piante di giglio fanno un lavoro fenomenale per rimuovere i cattivi odori dai bagni.


4. Tenere d'occhio la muffa.

Vedere i granelli neri sul soffitto o sui detriti verdi attorno alle tubature è un evidente segno di muffa. Alcuni segni non così ovvi: prurito agli occhi, naso che cola, respiro affannoso, eruzioni cutanee, ecc. Non solo la muffa può essere sgradevole da vedere e annusare, ma può anche avere un impatto negativo sulla propria salute! Quindi in caso di muffa è bene trovare un rimedio che non sia temporaneo, è bene scoprirne le cause e porre rimedi! Un esempio potrebbe essere di tenere il bagno caldo e ventilato per non far proliferare i batteri della muffa nell’umidità, ma prima bisogna risanificare il tutto e se si notano delle tubature ammuffite è bene chiamare un idraulico esperto per sostituirle.


Gli odori e i bagni spesso vanno di pari passo, essi sono i principali luoghi d’origine della cosiddetta “aria pesante”, a volte però queste tecniche non funzionano del tutto. Tanto che bisogna risolvere il problema alla radice, spesso i cattivi odore arrivano proprio dalle tubature prive di manutenzione o pulizia. Quando il tuo bagno ha bisogno di riparazioni idrauliche o di nuovi tubi a causa di muffa bisogna è meglio ricorrere all’intervento del proprio idraulico di fiducia. In pochi minuti sarà in grado di risolvere il vostro problema, e nel giro di pochi giorni i cattivi odori spariranno per sempre!

 
Powered by Optimamente srl - Privacy