Come un disoccupato può ottenere un prestito


E’ indispensabile specificare principalmente che non esistono pacchetti degli istituti di credito destinati ai disoccupati: ogni istituto infatti, richiede per l’erogazione di prestiti personali, garanzie reali da parte del richiedente. Esistono tuttavia due strade, attraverso le quali ottenere prestiti in mancanza di queste garanzie (busta paga, pensione, modello unico), e che data la loro natura potremmo definire appunto “prestiti per disoccupati”. La strada più semplice, per richiedere dei prestiti personali senza busta paga è quella di effettuare la richiesta di prestito attraverso un garante che oltre a firmare la fideiussione sul finanziamento, sia in grado di presentare garanzie reali all’istituto presso il quale ci si è rivolti. La seconda strada è quella di richiedere un mutuo di liquidità, portando come garanzia un immobile di proprietà che non sia soggetto ad ipoteca. Questo genere di mutuo è definito “mutuo ipotecario”. Anche in questo caso, tuttavia, è spesso richiesta la figura di un garante. Esistono poi dei particolari prestiti per disoccupati che vengono messi a disposizione dalle regioni per incentivare l’avvio di attività imprenditoriali. Questo tipo di finanziamento, è spesso concesso a fondo perduto e viene elargito dietro la presentazione di un progetto valido. Per conoscere la disponibilità di questi prestiti, è consigliabile visitare i siti delle camere di commercio della propria zona e delle associazioni per lo sviluppo d’impresa, nonché delle regioni e delle province. Infine se la necessità è di piccole somme, nell’ordine dei 1500 euro, esiste la possibilità di richiedere una carta revolving  che mette a disposizione liquidità rimborsabile in piccole rate mensili, le quali andranno a ricomporre il capitale stesso della carta.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy