Il porfido del trentino nelle pavimentazioni esterne


Il porfido, roccia vulcanica, proveniente dalle cave di Albiano, in Trentino è una roccia ricca di cristalli e si trova in commercio sotto forma di cubetti, cordoni o lastre dalla forma irregolare. La prima caratteristica che distingue il porfido è quella di essere l'unica pietra che presenta una superficie naturale di cava. È composto per il 70% da silice e piccole quantità di ferro, magnesio e calcio, al suo interno presenta cristalli di quarzo e ha una struttura marcatamente porfirica. Le sue caratteristiche principali sono la durezza, la resistenza all'usura, ad agenti chimici, a freddo e calore, ed è, perciò, indicato come materiale da costruzione, pavimentazione e decorazione in ogni area geografica. Presenta una grande varietà di colori: i toni, infatti, spaziano dal rosso, al viola, fino al grigio, garantendo un risultato sempre piacevole alla vista.

Il porfido del Trentino è utilizzato prevalentemente in pavimentazioni per esterni, come percorsi pedonali, piste ciclabili, marciapiedi, vialetti nei giardini, scalinate e gradini, aree speciali in centro paese, quali piazze o sagrati delle chiese. Oltre alla pavimentazione, con questa importante pietra naturale si realizzano spettacolari rivestimenti in verticale, che possono essere sia rustici che raffinati, a seconda del tipo di lavorazione del prodotto. Si possono creare complessi progetti architettonici o semplici muretti, aiuole, camini e comignoli, torrette, pozzi ed elementi decorativi in giardini e parchi.

Se viene eseguito un buon lavoro di posa, il risultato è spettacolare alla vista, donando colore e calore all'ambiente circostante e garantendo sicurezza grazie alla superficie naturale anti-sdrucciolo e alla particolare durezza del materiale.

Per creare pavimentazioni in porfido, come per esempio vialetti nel giardini, occorrono cubetti o lastre di porfido, ghiaia, pece o asfalto a freddo, badile e rastrello, cemento liquido e solido.

Ricerca, progettazione, analisi e corretta posa del porfido, sono le fasi necessarie per la buona riuscita di una pavimentazione in porfido. Un processo che richiede grande attenzione ai dettagli e per il quale è bene ricorrere a personale esperto: vi sono infatti tecniche ben precise da rispettare al fine di ottenere una superficie compatta e resistente, in grado di esaltare le caratteristiche uniche del porfido del Trentino e la bellezza dei suoi colori naturali. Un lavoro frettoloso e poco attento causa spesso il sollevamento dei cubetti di porfido, con creazione di pericolose buche.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy