L’intimo da sposa perfetto per il giorno del matrimonio


Ogni donna cura i dettagli del proprio matrimonio e la scelta dell’intimo da sposa rientra nella lista delle cose a cui pensare. Nei sogni di tutte il giorno del matrimonio deve diventare il più bello della propria vita e regalare solo bei ricordi. Come orientarsi allora nella scelta dell’intimo da sposa, per far sì che sia perfetto e impeccabile? E se stai pensando a pizzi e merletti elaborati e ad un bianco candido e brillante, in realtà sei fuori strada. Ecco come deve essere l’intimo da indossare sotto l’abito da sposa.

I consigli per scegliere l’intimo da sposa senza commettere errori

La lingerie della sposa deve dare priorità al comfort e alla vestibilità: innanzitutto dovrà essere indossato da mattina a sera e quindi la parola d’ordine in questo caso è comodità. In secondo luogo non deve assolutamente intravedersi sotto l’abito da sposa, soprattutto se attillato e fasciante. La scelta giusta ricade dunque su un intimo da sposa dall’effetto “nudo” e invisibile, preferibilmente senza cuciture.

Per quanto riguarda il reggiseno di solito la scelta ricade su un reggiseno imbottito push up oppure uno a balconcino con ferretto. L’esigenza è quella di sostenere e valorizzare il seno ma il più delle volte senza che si vedano bretelline o spalline, per via degli abiti che lasciano le spalle scoperte. Nella maggior parte dei casi, se l’abito da sposa prevede un bustino, la sarta dell’atelier preferirà cucirlo direttamente all’interno: è per questo motivo che l’acquisto dell’intimo da sposa va pianificato con largo anticipo, contestualmente a quello dell’abito per il gran giorno.

Slip e mutandine dovranno essere leggeri e quanto più possibile privi di cuciture ed elastici evidenti: questo per il semplice motivo che non dovranno intravedersi su fianchi e glutei e a questo proposito la scelta di un tessuto come la seta o la microfibra risulterà vincente. Unico strappo alla regola possibile, se l’abito da sposa è in stile principesco, vaporoso come una nuvola o tutto pizzi e merletti: in questo caso una lingerie più elaborata e preziosa non si noterà.

Per concludere questa panoramica sull’intimo da sposa, non può mancare qualche considerazione sulla scelta delle calze. Il galateo vuole che la sposa le indossi sempre, è categorico. Che il wedding day sia in inverno o in estate, che si svolga di mattina o di sera, i collant (o le autoreggenti) per la sposa devono essere velati, molto sottili e del colore dell’abito. La regola vale anche nel caso in cui si decida di indossare sandali nel caso della bella stagione o scarpe comunque scollate. La giarrettiera è bella da indossare sempre, purché la gonna non sia troppo stretta e avvolgente da lasciarla intravedere nelle forme. Ovviamente queste indicazioni sono preziose per l’intimo da sposa da indossare durante la cerimonia e il ricevimento di nozze. Il discorso cambia per il cambio d’abito finale, in attesa della prima notte o della partenza per la luna di miele: in questo caso via libera alla fantasia per la scelta della lingerie, che potrà essere più sexy e appariscente. Andate sul sito di Cotonella per vedere l'intera collezione di intimo.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy