Quali sono i Sigari migliori?


Quando ci poniamo una domanda del genere, ma soprattutto quando la poniamo ad altre persone, dobbiamo renderci conto che entriamo nello scottante mondo del gusto personale.

Ho sentito dire un sacco di volte che “si è vero ci sono i gusti personali , ma quando un prodotto è buono, ciò è un fatto oggettivo”. Si, l’ho sentito un sacco di volte, ma a mio personale parere sono tutte frottole.

I gusti personali sono il frutto del proprio passato che è fatto di esperienza e scelte. Il guaio è che nel corso del vissuto di tali esperienze si finisce inevitabilmente per mischiare le diverse percezioni e farne un tutt’uno. Di conseguenza potremmo trovarci nella singolare situazione di detestare un particolare gusto perché associato ad un momento del passato in cui hai sperimentato la perdita di una persona a cui eri molto affezionato, e viceversa.  Questo vale per tutti, e quindi vale anche per me.
È perciò evidente che a tale domanda, “quali sono i sigari migliori?” può rispondere compiutamente solo la persona che se l’è posta. È inevitabile oltre che scontato.

Quali sono i sigari migliori per me? Ah….ricordo quando ricevetti da mio padre (si, mio padre – incredibile, vero?) una scatola di straordinari Habanos, come regalo e ricordo di un suo viaggio d’affari a Cuba. Beh, ogni volta che assaporo quel tipo di sigari non assaporo solo il loro gusto, quello si, lo faccio, inevitabilmente. Ma vado oltre, il questo dei sigari Habanos, diventa per me ricordo di una relazione, un pensiero, un viaggio, un padre. Questo aggiunge gusto al gusto , valore al valore, e rende il fumare quel tipo di sigari una esperienza che trascende il sigari stessi. Non è solo fumare, è anche ricordare, rivivere, risperimentare, e qualche volta amare.

 
Powered by Optimamente srl - Privacy